Dott.ssa Annalisa Rausei  +(39) 349.3241594   scrivi una mail
BLOG DI PSICOLOGIA, BENESSERE, CRESCITA PERSONALE

COME FUNZIONA LA TERAPIA?

Molti pazienti, quando si presentano da me per un colloquio sono un po’ scettici rispetto al successo della terapia. A parte il fatto che una premessa di questo tipo non è esattamente il massimo per iniziare un percorso di cura, è anche vero che le idee riguardo la psicologia clinica non sono così chiare.

Come riesce lo psicologo/psicoterapeuta a “guarire” una persona? Quanto tempo ci vuole? Perché non é possibile cavarsela da soli?

L’aspetto che più incuriosisce (legittimamente, visto il notevole impegno personale ed economico di una terapia) verte sugli strumenti che lo specialista ha per produrre dei miglioramenti.

Alcuni pensano che si sta meglio perché si parla con qualcuno che ascolta, a cui si può dire tutto, perché ci si libera, ci si sfoga, perché si ragiona insieme sulle cause del malessere.

Le cose non stanno proprio così, o meglio non solo. C’è da dire che molti sono gli orientamenti teorici alle spalle degli psicologi e quindi diversi gli strumenti e le tecniche, ma l’uso del colloquio come metodo accomuna tutti gli specialisti e certamente un ascolto attento, libero da giudizi e la creazione di uno spazio fisico, ma anche mentale, in cui lasciarsi andare fa molto.

Ma l’intervento non si limita solo lì, altrimenti, escludendo le tecniche specifiche, sarebbe sufficiente andare a fare due chiacchiere con un bravo prete (risorsa a volte utilissima).

Quello che pesa nell’intervento terapeutico è difatti la relazione che si instaura. E’ una relazione non spontanea, non come quelle che nascono nella quotidianità, perché non si è amici dello psicologo, ma è un rapporto che conserva comunque alcuni aspetti di quel tipo.

Empatia, confidenza e fiducia sono elementi che non possono mancare ma tutto è gestito e monitorato, nulla lasciato al caso.

Per ciò che mi riguarda, e anche per il mio orientamento teorico (definibile come psicodinamico a stampo junghiano) il terapeuta si emoziona, c’è, non è una figura neutrale e assente. C’è con la sua persona, si mette in gioco, lascia che quella storia personale lo tocchi e lo cambi anche.

Ma tutto questo lo fa con consapevolezza, ovvero sta all’erta, si fa continue domande sulle sue reazioni, sul suo modo di porsi, su che tipo di relazione è stata impostata, soprattutto su cosa il paziente ha bisogno per crescere.

Non è il terapeuta che fa la magia e fa passare tutto, egli è un aiutante del processo, come un giardiniere che toglie le erbacce perché nascano i fiori più belli. E’ la Natura che li fa nascere, non il giardiniere…

La relazione in terapia è fondamentale per il cambiamento e dev’essere su misura per chi si ha davanti, pensata per quella persona specifica.

Vado sul pratico: se viene da me una donna che non ha fiducia in sé e che da sempre nessuno la ascolta e tutti le dicono cosa deve fare la mia sarà il più possibile una presenza silenziosa, con l’obiettivo di lasciare più spazio possibile a lei. Perché quella donna avrà bisogno di sentirsi, esprimersi, avere finalmente credibilità e parola.

Se vedo invece un uomo pieno di sé, arrogante e rabbioso, che non riesce a dominare la sua ira, sarà mio compito, più che in altre occasioni, tenere il controllo ben saldo, non farmi schiacciare, fargli sperimentare un ruolo diverso dal solito.

Con questi due pazienti i miei atteggiamenti saranno diversi, così come poi accade nella realtà, infatti non ci poniamo nello stesso modo con tutti!

Per farla molto (ma molto) semplice la terapia è una sorta di relazione pilotata, sempre secondo il mio modesto parere, che ha luogo insieme a tutta una serie di altri elementi, dalle tecniche, alla messa in campo dell’inconscio, alla lettura dei sogni e via.

Ben oltre insomma di quattro chiacchiere!

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Presente su:

Idea Psicologo
Ordine Psicologi della Lombardia

Contatti

Bareggio (Milano): Via IV Novembre, 109
Cornaredo (Milano): Piazza Dubini, 21 B
+(39) 349.3241594
scrivi una mail
P.IVA 00030008882
C.F. RSANL78H61H264H
Iscrizione Ordine Psicologi Lombardia n. 9860

Follow Me ;)

google_pluslinkedin