Dott.ssa Annalisa Rausei  +(39) 349.3241594   scrivi una mail
BLOG DI PSICOLOGIA, BENESSERE, CRESCITA PERSONALE

L’Ansia

Cos’è l’ansia?
L’ansia è un terremoto, pura energia in eccesso che attraversa il nostro corpo e la nostra mente e verso la quale sentiamo di non avere difese. E’ come se un torrente in piena ci attraversasse e rendesse difficile, se non impossibile, svolgere azioni che, agli occhi degli altri, possono anche sembrare banali.
Andare dal dentista
Parlare in pubblico
Stare in un luogo chiuso
Viaggiare
Affrontare un esame
Azioni che fino al giorno prima facevamo senza pensare, diventano imprese impossibili e ci fanno sentire deboli, vulnerabili, oltre che sciocchi. Perché, razionalmente, ci diciamo che ci agitiamo per niente, che in fondo nella vita c’è di peggio e che se ci impegnassimo un pò di più, l’ansia sarebbe solo un ricordo. Eppure, ogni volta che ci ritroviamo nella situazione temuta, tutto riparte da capo, e ci rendiamo conto di essere a cavallo di una bestia difficilmente domabile.
Il problema è che quella bestia siamo noi, e questo dev’essere ben chiaro nella nostra testa. Perché è facile pensare all’ansia come ad un mostro, come ad un ospite inatteso e invadente che ci rovina la vita e che dobbiamo scacciare al più presto.
L’ansia è qualcosa che ti appartiene, sei tu. E se si vuole che se ne vada, occorre inevitabilmente chiedersi perché é arrivata, cosa vuole dirci, che tipo di significato ha nella nostra vita.
I farmaci e qualsiasi altro intervento che seda l’ansia, sono importanti e utili, soprattutto se bisogna lavorare, vivere, gestire una famiglia. Ma non bisogna fermarsi lì.
Bisogna, come in ogni disturbo psicologico, INTERROGARSI.
Perché l’ansia? Perché ora?
Rivolgere gli occhi verso l’interno e provare a farsi delle domande:
Sto vivendo come vorrei?
Mi emoziono? Oppure tutto è sempre prevedibile e sotto controllo?
C’è qualcosa che sento e che sto fingendo di non ascoltare, che non mi ammetto?
Ho fiducia in me o credo che siano gli altri a saperne sempre di più?
Non è facile guardarsi dentro, nè essere onesti con se stessi, soprattutto se qualcosa non va. Perché significa mettersi in discussione, e sentirsi fragili.
Ma alla fine, la vera illusione, consiste nel pensare che tutto sia sempre chiaro e definito, che le nostre necessità restino le stesse tutta la vita. Tutto cambia, e ciò che mi faceva stare bene ieri può cambiare.
L’ansia non è un mostro, anche se a volte sembra esserlo. L’ansia è una spia, come quelle della macchina, che si accendono quando la benzina scarseggia, o quando il motore ha bisogno di manutenzione. Così va considerata, come la spia di qualcosa che non va, non solo come un guasto da riparare.
Bisogna chiedersi il perché, il senso. Se non ci facciamo carico del nostro benessere, nessuno può farlo per noi!


Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Presente su:

Idea Psicologo
Ordine Psicologi della Lombardia

Contatti

Bareggio (Milano): Via IV Novembre, 109
Cornaredo (Milano): Piazza Dubini, 21 B
+(39) 349.3241594
scrivi una mail
P.IVA 00030008882
C.F. RSANL78H61H264H
Iscrizione Ordine Psicologi Lombardia n. 9860

Follow Me ;)

google_pluslinkedin